Film ispirati agli scritti di Rabindranath Tagore

Charulata, Chokher Bali To Do Bigha Zameen, film adattati dalle storie di Rabindranath Tagore (Photo Credit: IMDb)

Rabindranath Tagore non è solo un nome, ma un'intera cultura in uno. Che si tratti del nostro inno nazionale, dei capitoli di letteratura nei nostri libri di testo, della musica commovente, delle storie che ci hanno fatto sentire bene e ci hanno sconvolto per un po', Tagore e la sua genialità ci hanno seguito in ogni fase della nostra vita. Jodi tor dak shune keu na ashe tobe ekla cholo re, Tagore ha scritto queste parole iconiche e con esse ha ispirato il mondo intero.





Annuncio pubblicitario

L'uomo non era solo un'altra anima ad aver camminato sulla faccia di questa Terra, ma un'incarnazione vivente e respirante dell'arte. Non solo musicisti e pittori, ma Tagore, con la sua genialità, ha persino influenzato le industrie cinematografiche di tutto il mondo. Di volta in volta, i registi hanno adattato il suo lavoro scritto, o talvolta hanno fatto riferimento ad esso.



Annuncio pubblicitario

Che si tratti di Satyajit Ray che ha portato la sua profondità alle narrazioni con la sua arte visiva, o di Aishwarya Rai Bachchan, che ha incarnato il più complesso dei personaggi di Tagore, è sempre stato un piacere. Di seguito sono riportate alcune volte in cui i film hanno preso ispirazione dalla leggenda e l'hanno superata.

Tendenza

Vikram Bhatt sui messaggi di Whatsapp che vengono inoltrati per quanto riguarda COVID: c'è molta disinformazione
Quando Virat Kohli ha rivelato di aver apportato questo enorme cambiamento alla casa dopo aver avuto figli con Anushka Sharma e questo è ciò che lo rende un grande padre!

Chokher Bali (2013)

Rituparno Ghosh è un maestro nel raccontare visivamente storie che hanno affascinato il pubblico sulla carta. Dando al suo attore di Raincoat Aishwarya Rai Bachchan il suo debutto in bengalese, Ghosh ha realizzato Chokher Bali, la storia più popolare di Rabindranath Tagore. La rivisitazione visivamente più sbalorditiva della storia vedeva Tota Roy Chowdhary, Prosenjit Sen e Raima Sen insieme alla Rai. Adulterio, narcisismo, tradimento e sfiducia hanno reso Chokher Bali un posto da non perdere.

CARULATA (1964)

Ogni volta che qualcuno parla di Satyajit Ray e dell'influenza che Rabindranath Tagore ha avuto sul suo lavoro, il primo nome a comparire sarà Charulata. Un adattamento di Nastanirh o The Broken Nest, il film parla di una donna, Charu, interpretata da Madhabi Mukherjee, che brama l'amore da un marito ignorante. Quando suo cognato le presta un po' di attenzione, i sentimenti si sviluppano e la storia procede. Si dice che sia uno dei migliori lavori di Ray, Charulata ha bisogno di essere guardato indipendentemente dalla generazione in cui sei nato.

KABULIWALA (1961)

La più adorabile delle opere di Rabindranath Tagore. Un racconto che non invecchia mai, e ha visto numerosi adattamenti in diversi formati. Ma la magia è che non manca mai di portare un sorriso sui nostri volti. Il commovente adattamento del film di Tapan Sinha nel 1961 ha toccato i cuori in ogni modo possibile. Un uomo che arriva in una terra straniera, sviluppa un legame con una bambina. Viene imprigionato per un decennio per un crimine e la ragazza non lo riconosce quando torna. Tutti abbiamo saltato un colpo!

GHARE BARE (1984)

Altro Satyajit Ray film ispirato al lavoro di Tagore. Ghare Baire doveva riguardare un triangolo amoroso che sembrava intensamente personale. Ma era fortemente politico per i suoi tempi. In combinazione con esso Ray, che ha sempre avuto un commento penetrante sulla società, Ghare Bhaire ha continuato a essere più allarmante di quanto non fosse già.

FARE BIGHA ZAMEEN (1953)


Rabindranath Tagore è entrato in empatia con la classe operaia ed è sempre diventato la loro voce in un certo senso. Dui Bigha Jomi, una poesia, è stata trasformata in un film da Bimal Roy e aveva come protagonisti Balraj Sahni e Nirupa Roy. Mettendo in mostra la difficile situazione di un contadino costretto a migrare per salvare le sue terre, Do Bigha Zameen è stato il primo film indiano a vincere il Premio Internazionale al Festival di Cannes e il primo film a vincere il premio come miglior film ai Filmfare Awards.

Devi leggere: Radhe: Salman Khan reagisce al record di 100 milioni di visualizzazioni di Seeti Maar su YouTube