From Prada To Nada parla di due sorelle, Camilla Belle e Alexa Vega, rimaste senza un soldo dopo la morte improvvisa del padre. I fratelli sono costretti a trasferirsi dalla zia separata, Adriana Barraza, a East Los Angeles. Leggi la recensione per saperne di più.

Valutazione aziendale : 1 stella





Cast di stelle : Camilla Belle, Alexa Vega, Adriana Barraza, Nicholas D'Agosto.

Cosa c'è di buono : Alcuni elementi della sceneggiatura, che piaceranno alle ragazze adolescenti tra il pubblico.



Cosa c'è di male : La sceneggiatura debole; i personaggi caricaturizzati; l'assenza di umorismo ed emozioni.

Verdetto : Da Prada a Nada è rigorosamente tariffa media; che rifletterà sulla sua performance al botteghino in India.

Pausa : Parecchi. Quando ti rendi conto che la storia non sta andando da nessuna parte.

Annuncio pubblicitario

Guarda o no? Guarda solo se ti piacciono i colpi di pollo.

Da Prada a Nada recensione (da Prada a Nada Stills)

Nora (Camilla Belle) prende sul serio i suoi studi e progetta di diventare presto un avvocato, mentre Mary (Alexa Vega) è una festaiola viziata da studentessa.

Gilbert Films, Lionsgate e Odd Lot Entertainment Da Prada a Nada è una commedia romantica su due sorelle, che cadono dalla ricchezza alla povertà e devono adattarsi alle loro nuove circostanze.

Due sorelle, Nora (Camilla Belle), una studentessa di legge, e Mary (Alexa Vega), una festaiola studentessa, vivono con il padre in una lussuosa villa a Beverly Hills, Los Angeles. La loro madre era morta quando erano molto piccoli e da allora il padre li ha viziati con tutte le sue ricchezze. Di conseguenza, Mary è una bambina piuttosto viziata poiché spende tutti i suoi soldi in vestiti e accessori alla moda. Nora, tuttavia, è seria riguardo ai suoi studi e prevede di diventare presto un avvocato. Tuttavia, la vita delle sorelle prende una svolta drastica quando il padre muore. Mentre piangono la sua morte, scoprono che era in bancarotta. Inoltre, scoprono anche che ha un figlio da una precedente relazione, che ora compra la villa californiana del padre per una miseria. Il loro fratellastro, Rodrigo (Kuno Becker) va a vivere con sua moglie, Olivia (April Bowlby), che inizia a ristrutturare la casa prima che possa metterla in vendita. Su insistenza di Rodrigo, Olivia lascia che le sorelle rimangano a casa loro per un po'. Il fratello avvocato di Olivia, Edward (Nicholas D'Agosto), viene a chiamare per pranzo. Presto Olivia prende in giro le sorelle e Nora decide di lasciare immediatamente il posto.

Non avendo altra scelta, le sorelle finiscono per andare dall'altra parte della città, East LA, che è piena di latinos. Si rifugiano nella zia materna, Aurelia (Adriana Barraza), modesta ma vivace casa del quartiere. La casa è piena di donne di tutte le forme e dimensioni, che fanno lavori di cucito per vivere. Nora si adatta rapidamente alla loro nuova vita di vita semplice, ma Mary è a pezzi. Si vergogna della sua situazione e delle sue radici messicane. Essendo abituata a tutte le comodità e al lusso, non sa cosa fare se non cercare rifugio tra le braccia del primo uomo affascinante e ricco che incontra. Nora, invece, trova lavoro come assistente legale, quando Edward la assume. C'è anche un Bruno (Wilmer Valderrama), un vicino, che aiuta in casa, e presto si innamora di Mary.

Da Prada a Nada recensione (da Prada a Nada Stills)

Le ragazze rimangono senza un soldo dopo la morte improvvisa del padre.

A poco a poco, le sorelle si adattano al loro nuovo ambiente; le loro auto lussuose vengono scambiate con l'autobus pubblico e un'auto usata. Nora riceve una proposta da Edward che rifiuta. Anche lei lascia il lavoro. Mary, che ormai è profondamente innamorata di Rodrigo, si accorge che è un uomo sposato. Cosa succede dopo? Le sorelle trovano il loro posto nel mondo? Riusciranno a dimenticare la morte prematura del padre e ad andare avanti con la vita? E le loro vite amorose? Il resto del film e il climax rivelano il resto.

Storia e sceneggiatura – Da Prada a Nada Recensione

La sceneggiatura di Fina Torres, Luis Alfaro e Craig Fernandez, che è un libero adattamento del romanzo di Jane Austen, Senso e sensibilità , include tutti gli elementi di una tipica commedia romantica hollywoodiana, ma gli sceneggiatori non riescono a sfruttare il potenziale della storia. Conosciamo tutti, più o meno, la storia e come andrà a finire. La sceneggiatura non riesce a suscitare alcun interesse nel pubblico perché ripropone formule collaudate. Le ragazze, che cadono in tempi difficili, si rifugiano nei nuovi partner maschi che incontrano. L'umorismo nei dialoghi è inesistente, così come il dramma. La presunta tragedia, che colpisce le sorelle, dopo la morte del padre, non si rivela affatto una tragedia. Le ragazze versano qualche lacrima di coccodrillo e vanno avanti. Mary, il cui personaggio è la caricatura di un monello viziato, non si preoccupa di nient'altro, ma di recuperare i suoi soldi in qualche modo. Tuttavia, non appena il suo cuore è spezzato, passa convenientemente al ragazzo successivo. Nora, d'altra parte, è semplicemente confusa sui suoi sentimenti per Edward e rifiuta le sue avances, solo per tornare alle sue disperatamente (per qualche ragione che non è chiara al pubblico) all'ultimo momento, subito prima del suo matrimonio . Se gli sceneggiatori avessero fatto un lavoro migliore nell'aggiungere un po' di romanticismo alla sceneggiatura, queste stesse parti, che si distinguono come illogiche, avrebbero potuto essere un buon film. Solo il climax del film ha alcune scene che piaceranno a poche, in particolare alle ragazze adolescenti.

Da Prada a Nada recensione (da Prada a Nada Stills)

Mary (Alexa Vega) è abituata a tutti i comfort e al lusso, e non sa cosa fare se non cercare rifugio tra le braccia del primo uomo ricco e affascinante che incontra.

Spettacoli da star - Da Prada a Nada Review

Le prestazioni degli attori sono nella media. Camilla Belle sembra innocente ma è una disadattata nel suo ruolo. Esagera in una scena in cui dovrebbe essere ubriaca. Alexa Vega sembra vecchia rispetto a sua sorella, anche se dovrebbe essere la più giovane. Anche lei offre una performance poco entusiasmante. Adriana Barraza è brava come zia delle ragazze ma ha una portata limitata. Nicholas D'Agosto è carino e si comporta bene. Wilmer Valderrama, Kuno Becker e April Bowlby svolgono lavori nella media.

Regia, musica e montaggio – From Prada To Nada Review

La regia di Angel Gracia non è niente di cui scrivere a casa, poiché il film non supera mai la sua sceneggiatura media. Il punteggio di fondo di Heitor Pereira è ok. La fotografia di Héctor Ortega è piacevole per gli occhi. Il quartiere Latino prende vita nelle sue cornici luminose e colorate. Il montaggio di Brad McLaughlin lascia molto a desiderare.

L'ultima parola
Tutto sommato, Da Prada a Nada è una tariffa poco entusiasmante. A causa della sua sceneggiatura media e delle sue scarse promozioni, si rivelerà una 'Nada' (zero) al botteghino indiano.

Annuncio pubblicitario.

Annuncio pubblicitario